Contributi per la promozione dei Vini Sardi in Paesi terzi: come richiederli!

Contributi a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili per la promozione di vini sardi nei paesi terzi.

L'agevolazione promossa dall’Assessorato dell’Agricoltura e Riforma agropastorale della Regione Sardegna, consiste nell’erogazione d'incentivi a sostegno di progetti regionali di promozione dei vini sardi, presentati dai proponenti che hanno appunto la sede operativa in Sardegna.

A chi è rivolto il bando

Possono richiedere il contributo le piccole e micro imprese che presentano i seguenti requisiti:

  • Le organizzazioni professionali, purché abbiano tra i loro scopi, la promozione dei prodotti agricoli;
  • Le organizzazioni di produttori di vino;
  • Le associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  • Le organizzazioni interprofessionali;
  • I Consorzi di tutela e le loro associazioni e federazioni;
  • I produttori di vino;
  • I soggetti pubblici;
  • Le associazioni temporanee di impresa e di scopo costituente o costituite dai soggetti di cui in alto;
  • I Consorzi di tutela, associazioni, le federazioni e le Società Cooperative a condizione che tutti i partecipanti al progetto di promozione rientrino tra i soggetti proponenti di cui sopra;
  • Le reti d’impresa, composte dai produttori di vino (valido per i beneficiari che richiedono soltanto l’aiuto comunitario).

In cosa consiste l’agevolazione Contributi per la promozione dei Vini Sardi in Paesi terzi

Un contributo a fondo perduto pari al 50% delle spese ammissibili per la promozione di vini sardi nei paesi terzi. Il restante 50% è a carico del beneficiario, che non può usufruire di altri aiuti pubblici.

Per i progetti presentati da soggetti che prevedono esclusivamente azioni di promozione di marchi collettivi (vino a DOP e a IGP), l’intensità di aiuto è prevista fino ad un massimo del 80% spese ammissibili. La restante parte delle spese ammissibili, è carico del beneficiario, che non può usufruire di altri aiuti pubblici.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti spese e categorie di costi:

  • Azioni in materia di relazione pubbliche, promozione e pubblicità, che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in particolare in termini di qualità, di sicurezza alimentare o di ambiente;
  • Campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell’Unione;
  • Studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione;
  • Spese direzione tecnica e coordinamento;
  • Pubblicità sui media: redazione e pubblicazione di editoriali/pubbliredazionali, realizzazione e diffusione di annunci pubblicitari su riviste e quotidiani, radio tradizionali e web radio e emittenti TV, redazione e diffusione di comunicati stampa, produzione e diffusione di banner pubblicitario su sito web, social media advertising, produzione video, cartellonistica e affissioni on the road e sui mezzi di trasporto.

Requisiti di ammissibilità

I soggetti proponenti devono possedere i seguenti requisiti:

  • Avere nella voce “totale di scarico imbottigliato o confezionato” (giacenza al 31 luglio 2020) un quantitativo di vino imbottigliato o confezionato superiore a 150 hl per ciascun soggetto partecipante;
  • Capacità tecniche e finanziarie.

Il contributo richiedibile non deve essere inferiore a €70.000 per tutta la durata del progetto. 

Inoltre il progetto deve avere la seguente durata:

  • Dal 1° marzo 2021 al 31 dicembre 2022 nel caso in cui i beneficiari chiedano il pagamento anticipato del contributo;
  • Dal 1° marzo 2022 ad agosto 2022 nel caso in cui i beneficiari non chiedano il pagamento anticipato del contributo.

N.B.

Le domande devono essere inviate tramite corriere espresso o raccomandata o consegnata a mano in plico chiuso e sigillato entro le ore 12.00 del 3 novembre 2021. 

I progetti devono essere redatti in originale in formato cartaceo ed elettronico su supporto usb o cd o dvd, consegnati in plico chiuso, sigillato, timbrato e firmato dal legale rappresentante su tutti i lembi di chiusura.

Vuoi presentare domanda di contributo per questa agevolazione?

Richiedi subito una consulenza ai nostri esperti.

Nessun commento ancora

Lascia un commento