Decreto Agosto: nuovo calendario fiscale per aziende e partite iva

Il Decreto Agosto ha ufficializzato un nuovo calendario fiscale e nuove scadenze tasse per migliaia di aziende e partite iva.

Importanti novità fiscali per aziende e partite IVA in arriva dal Decreto Agosto 2020. Rispetto all’ultima ufficiosa versione circolata, il testo definitivo contiene 115 articoli e ha confermato molte delle misure previste e su cui si è ampiamente discusso nel corso delle ultime settimane.

Nuove scadenze fiscali, decreto agosto 2020

Il Decreto Agosto prevede per Soggetti ISA e professionisti in Regime Forfettario (per entrambi deve essere dimostrabile la perdita di almeno il 33 per cento nel corso del secondo trimestre 2020 rispetto al 2019) arriva la proroga dei termini per la seconda rata da versare entro il 30 aprile 2021.

Allo studio degli uffici competenti la possibilità di modificare l’IRPEF tagliando l’importo delle tasse per i soggetti appartenenti alla classe media cosi da agevolare la ripresa degli acquistidopo i lunghi mesi di lockdown.

Decreto Agosto - Proroga cassa integrazione

Tra le novità più importanti inserite nel decreto Agosto 2020 non possiamo scordare la proroga della cassa integrazione, per la quale è previsto un ampliamento di altre 9 settimane + 9.

Ampiamente discusso e dibattuto nel corso delle ultime settimane è anche il provvedimento che metto un netto STOP ai licenziamenti. Il decreto Agosto, cosi come pubblicato nella sua forma definitiva, vieto il ricorso ai licenziamenti per le aziende che richiedono l’agevolazione della cassa integrazione.

Altre 400 euro per il Reddito di Emergenza. Questa è una novità rispetto alla bozza circolata fino a poche ore prima della pubblicazione. Nel testo definitivo è stata infatti inserita la conferma di una nuova tranche di reddito di emergenza. In arrivo per circa 3 milioni di italiani un nuova assegno con un importo variabile tra le 400 e le 800 euro.

Nuovo calendario fiscale per imprese e partite iva.

Le tasse che le attività commerciali non hanno potuto saldate nei drammatici mesi del lockdown, NON dovranno più essere versate entro il 31 dicembre 2020.

La prima scadenza da tenere a mente resta quella del 16 settembre 2020, data entro la quale si dovrà versare o l’importo totale o il 50% del dovuto ovvero la prima delle quattro rate mensili. Secondo il Decreto Agosto il restante importo potrà essere versato a partire dal 2021 in (massimo) 24 rate.

Il decreto prevede anche lo STOP alle cartelle fino al 15 ottobre e la sospensione di Tosap e Cosap per il 2020.

Decreto Agosto: agevolazione per discoteche e strutture turistiche

Il Decreto Agosto esclude dal versamento della seconda rate IMU le imprese operanti nei settori del turismo, dello spettacolo e le discoteche, Villaggi turistici, alberghi, lidi balneari, centri termali, sale da ballo e locali notturni NON dovranno versare l’imposta municipale. Esentati dal versamento IMU anche gli immobili destinati a fiere, convegni e congressi, i cinema e i teatri.

Nessun commento ancora

Lascia un commento