NEWS FISCALE: EFFETTO CORONAVIRUS

NEWS FISCALE: EFFETTO CORONAVIRUS

Il consiglio dei ministri ha approvato un nuovo urgente decreto “salvo intese” a sostegno dell’economia delle zone colpite dal Coronavirus. Oltre alle nuove disposizioni messe in atto, il Governo ha fissato anche un nuovo termine, quindi una sorta di proroga, per l’invio dei dati sui redditi e sulle spese detraibili.

Con questa nuova misura il Governo sposta in avanti i termini di scadenza del Modello 730 (modulo utilizzato in tutta Italia per la dichiarazione dei redditi). Questa misura non riguarda solamente le “zone rosse” ma tutta Italia. Il modello 730 si potrà quindi trasmettere entro il 30 settembre 2020.

E’ stata prorogata la scadenza anche per la trasmissione dati sulle detrazioni (ad esempio: rette di università e asili nido, premi assicurativi, spese di ristrutturazione per abitazioni e condomini). La nuova scadenza è stata fissata per il 31 marzo.

Tutte queste misure faranno slittare anche la dichiarazione dei redditi precompilata che il Fisco metterà a disposizione online nel sito dell’Agenzia delle Entrate a partire dal 5 maggio.

Smart Working

Sono state anche approvate norme importanti a sostegno dei lavoratori, sopratutto in materia di cassa integrazione e sussidi a chi è impossibilitato a svolgere l’attività professionale. 

Si sta infatti adottando (in alcune città si è già messo in atto) un “nuovo” concetto di lavoro, il cosiddetto “Smart Working” (ovvero, Lavoro Agile o Telelavoro).

Quindi, a “causa” del Coronavirus lo Smart Working è diventato una sorta di necessità di lavoro per le persone che abitano nelle “zone rosse”, ma anche un’opportunità di innovazione per l’Italia. Infatti esso, è un cambiamento culturale, basato su principi di flessibilità e autonomia e una sorta di responsabilizzazione delle persone.

Nessun commento ancora

Lascia un commento