Notizie

Obblighi datore di lavoro

Per prestatori di lavoro domestico, la Legge 2 aprile 1958, n. 339, all'art. 1, intende gli "addetti ai servizi domestici che prestano la loro opera, continuativa e prevalente, di almeno 4 ore giornaliere presso lo stesso datore di lavoro, con retribuzione in denaro o in natura." Pertanto per "lavoratore domestico" si intende ogni persona, uomo…
Per saperne di più

Certificazione annuale

La certificazione dei compensi corrisposti ai collaboratori domestici da parte dei soggetti che non sono sostituti di imposta non è interessata dalle nuove norme sulla Certificazione Unica. Il rapporto di lavoro domestico, Colf Badanti, è soggetto alle norme sulla Certificazione Unica solo quando il datore di lavoro è anche sostituto di imposta, quando cioè è…
Per saperne di più

Prospetti paga

In occasione del pagamento dello stipendio, il datore di lavoro deve predisporre una busta paga (anche chiamata prospetto paga o cedolino di paga) in cui vengono riportate e quantificate tutte le componenti della retribuzione. Sebbene non obbligatoria, la busta paga rappresenta una tutela per il datore di lavoro in caso di controversie di lavoro.La busta…
Per saperne di più

Comunicazioni obbligatorie

Colf e Badanti - Comunicazione Obbligatoria rapporto di Lavoro Domestico all’Inps Dal 29 gennaio 2009 in vigore la nuova procedura semplificata Dal 29 gennaio 2009 le comunicazioni relative all’assunzione, alla trasformazione, alla proroga o alla cessazione del rapporto di lavoro domestico, vanno inoltrate all’Inps. La comunicazione inviata all’INPS e le eventuali altre informazioni richieste assumeranno…
Per saperne di più